Il referto di Ponti Lab.

Un documento di valore.

Tempo di lettura: circa 3 minuti e mezzo

Nel mondo delle analisi mediche e della medicina in generale, c’è un documento che spesso viene considerato come un mero elenco di numeri e dati, forse per la sua configurazione un po’ complessa, poco comunicativa e spesso poco intuitiva. Stiamo parlando del referto. Per ribaltare questo limite e offrire a pazienti e personale medico un servizio davvero utile e di qualità, noi di Ponti Lab, da sempre, diamo a questo documento una grandissima importanza.

Sommario

$
Il referto: descriviamolo meglio.
$
Una comunicazione differente.
$
Otto buone abitudini.
Il nostro referto, infatti, è diverso dagli altri, perché c’è molto di più di un insieme di numeri: c’è la storia di un paziente, c’è l’insieme degli elementi che raccontano la sua salute, le sue eventuali patologie e c’è la fotografia dello stato del momento. Tutte queste informazioni, in alcuni casi, possono addirittura tracciare i possibili percorsi terapeutici da intraprendere in seguito a esami e analisi.
Nel nuovo articolo del blog di Ponti Lab vogliamo soffermarci proprio sul valore che il nostro Laboratorio dà al referto medico e per farlo diamo la parola al Direttore Sanitario, il Dott. Marco Ponti.

Sommario

$
Il referto: descriviamolo meglio.
$
Una comunicazione differente.
$
Otto buone abitudini.

Nel mondo delle analisi mediche e della medicina in generale, c’è un documento che spesso viene considerato come un mero elenco di numeri e dati, forse per la sua configurazione un po’ complessa, poco comunicativa e spesso poco intuitiva. Stiamo parlando del referto. Per ribaltare questo limite e offrire a pazienti e personale medico un servizio davvero utile e di qualità, noi di Ponti Lab, da sempre, diamo a questo documento una grandissima importanza.

Il nostro referto, infatti, è diverso dagli altri, perché c’è molto di più di un insieme di numeri: c’è la storia di un paziente, c’è l’insieme degli elementi che raccontano la sua salute, le sue eventuali patologie e c’è la fotografia dello stato del momento. Tutte queste informazioni, in alcuni casi, possono addirittura tracciare i possibili percorsi terapeutici da intraprendere in seguito a esami e analisi.
Nel nuovo articolo del blog di Ponti Lab vogliamo soffermarci proprio sul valore che il nostro Laboratorio dà al referto medico e per farlo diamo la parola al Direttore Sanitario, il Dott. Marco Ponti.

Il referto: descriviamolo meglio.

Cos’è il referto? Domanda apparentemente banale, magari anche dalla risposta scontata.

Ma se doveste definirlo, quali parole usereste? Vi do io un piccolo aiuto.

Per prima cosa, la parola referto trova origine nel verbo riferire. Ed è proprio questo che facciamo ogni giorno in Laboratorio: raccogliamo, e in seguito riferiamo, in modo chiaro e leggibile, le informazioni fondamentali emerse in seguito a un esame medico.

Ma cosa c’è dietro il nostro lavoro di raccolta di informazioni? Quello che vedete nel referto del nostro Laboratorio è solo il risultato finale di un intricato processo di analisi che, partendo dal campione biologico, quindi anche da un semplice prelievo del sangue, passa attraverso diverse fasi, per arrivare a dare forma a un documento che sintetizza in modo dettagliato cosa sta accadendo nel nostro corpo.

Proprio per questo abbiamo scelto di dedicare un’attenzione speciale al referto, di essere il più accurati possibile nella sua stesura e di umanizzarlo, quindi renderlo in una certa misura capace di parlare alle persone.

Il referto del nostro Laboratorio è infatti il frutto di processi molto articolati, un documento che non si limita a mostrare dati numerici, ma viene redatto con lo scopo di essere chiaro e comprensibile, sia per il personale medico, sia per i pazienti. In accordo con il medico prescrittore e il paziente, in determinati casi, senza alcun aggravio di spesa, arriviamo anche ad approfondire con ulteriori esami il caso clinico.

Inoltre, i nostri referti vengono tutti archiviati nel fascicolo sanitario elettronico e resi accessibili al medico di base e, in caso di urgenza, al pronto soccorso. Tutto questo perché crediamo fermamente che il referto sia una pezzo sostanziale di un percorso efficace che ci conduce verso la salute.

Quello che quindi vi ritroverete tra le mani una volta usciti da Ponti Lab sarà un documento, digitale o cartaceo, molto prezioso che non va poggiato nel primo punto comodo in casa e lì dimenticato. Il mio consiglio è di conservarlo subito e con cura, insieme a tutti gli altri documenti che riguardano la vostra salute.

Una comunicazione differente.

L’ho già detto nei precedenti paragrafi, ma penso non faccia male ripeterlo: il primo obiettivo del referto di Ponti Lab è quello di tradurre la complessità delle analisi svolte dal Laboratorio in informazioni comprensibili. Lavoriamo infatti ogni giorno affinché il nostro referto possa costruire un ponte efficace tra laboratorio e clinica, tra apparato medico sanitario e pazienti.

Oltre al documento in sé, ci preoccupiamo di utilizzare sempre un linguaggio e una comunicazione adeguati, opportuni e soprattutto efficaci, orientati al paziente. In fondo, lo scopo principale che riguarda tutti è la semplificazione delle comunicazioni, affinché da una parte possa migliorare la consapevolezza dei pazienti, dall’altra la responsabilità del Laboratorio.

Otto buone abitudini.

In conclusione, adesso che sappiamo che il referto laboratoriale rappresenta un elemento fondamentale che nessuno deve trascurare, alla fine di questo articolo voglio condividere con voi alcune buone abitudini.

=

Consultate sempre un medico. Il referto è un documento che necessita di una valutazione specialistica. È importante discutere i risultati con un professionista della salute. Dopo che passate da noi, recatevi dallo specialista.

=

Fate chiarezza sui termini. Chiedete al personale di Ponti Lab o al vostro medico di spiegarvi eventuali termini o abbreviazioni che non riuscite a comprendere.

=

Non tralasciate la data del referto. Verificate sempre la data di emissione del referto. Referti troppo vecchi possono non rispecchiare lo stato attuale.

=

Rispettate eventuali indicazioni. Se il referto contiene istruzioni o raccomandazioni specifiche, assicuratevi di seguirle attentamente.

=

Fate dei confronti con i referti precedenti. Se possibile, confrontate i risultati con quelli dei referti precedenti, per comprendere eventuali cambiamenti nel tempo.

=

Controllate la completezza del referto. Assicuratevi che tutti i test richiesti siano stati inclusi e, se necessario, segnalateci gli eventuali test mancanti.

=

Non preoccupatevi senza cognizione di causa. Talvolta, valori leggermente al di fuori della norma possono essere normali per una specifica situazione. Parlatene con il medico per avere una comprensione più accurata.

=

Conservate il referto con cura. Conservate sempre i referti in modo sicuro e accessibile, potrebbero essere utili per futuri confronti o consultazioni mediche.

Ponti Lab - Analisi dei dati
Ponti Lab -Consegna referto
Pensateci, la prossima volta che ritirerete il referto da Ponti Lab.
Grazie per la lettura e salute a tutti.

Dott. Marco Ponti – Direttore sanitario Ponti Lab

Affidati ai nostri test.

Non rimandare più. Prenditi cura di te e affida la tua salute al nostro laboratorio.

Iscriviti alla Newsletter

Privacy policy

Ti sei iscritto con successo!